La dieta dissociata, sebbene sia adattabile a diversi stili di vita e situazioni date le sue numerose varianti, non è adatta per combattere la cellulite. La cellulite è causata da un accumulo di liquidi e tossine che finiscono per formare la classica pelle a buccia d’arancia.

Dieta dissociata, perchè non è adatta per la cellulite?

La dieta dissociata prevede una concentrazione di carboidrati in un unico pasto, oppure in una giornata intera a seconda della versione che si segue. Il problema è che un consumo così alto di carboidrati finisce per far accumulare glicogeno e salire l’insulina.

Se questo da un lato può rappresentare un vantaggio per uno sportivo prima di una gara particolarmente impegnativa, per chi deve sconfiggere la cellulite invece rappresenta più un danno perchè favorisce la formazione di accumuli adiposi.

Per combattere la cellulite bisogna infatti consumare abbondanti quantità di verdure e frutta dall’effetto drenante. I carboidrati vanno sensibilmente ridotti. Non è certo l’impennata glicemica che favorisce l’eliminazione dei ristagni.

I carboidrati in eccesso infatti, possono al contrario ostacolare l’eliminazione delle tossine.

dieta e cellulite

La dieta dissociata si concentra troppo sul miglioramento della funzione digestiva e non molto sulla qualità dei pasti in fase di digestione, sui nutrienti e sull’esigenza dell’organismo di assumere tutti i tipi di macronutrienti e micronutrienti, quindi sulla diversificazione dei pasti.

Dal momento che la dieta prevede la concentrazione di un solo gruppo di alimenti per un giorno, è facile che si vada incontro a carenze alimentari. Oltretutto perchè la dieta dissociata faccia perdere peso bisogna consumare porzioni piccole.

I consigli per combattere la cellulite in Dissociata

  • La cellulite non va via con la dieta dissociata, ma con una sinergia di buone abitudini alimentari che vanno inserite in un corretto stile di vita. Oltre a puntare i propri menù su alimenti drenanti bisogna praticare attività fisica, possibilmente in acqua in quanto al movimento si aggiunge un benefico massaggio che aiuta a sgonfiare i punti critici.
  • La dieta dissociata prevede per esempio il consumo di frutta in uno dei giorni della settimana, ma la sola frutta fa impennare gli zuccheri se non è associata almeno alle proteine. Ecco quindi che invece di ottenere l’effetto sgonfiante sperato, si rischia di peggiorare il disturbo, se non di aumentare di peso.
  • Per combattere la cellulite a tavola dunque bisogna puntare su alimenti dall’effetto drenante, per esempio l’anguria che contiene molta acqua e potassio, questo mix favorisce la diuresi. Anche l’ananas è un frutto dal potere diuretico e bruciagrassi.
  • Un buon rimedio per combattere la cellulite è bere al mattino a digiuno un bicchiere di acqua tiepida con succo di limone. Il limone con il suo contenuto di vitamina C e minerali favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso.
  • Per il pranzo e la cena, non va bene come abbiamo visto consumare un solo tipo di alimento, per combattere la cellulite bisogna categoricamente ridurre il sale ed eliminare dolci e alimenti confezionati.
  • Bere più acqua aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso in quanto l’acqua elimina l’eccesso di sodio dai reni.
  • Il potassio può essere utile per combattere la ritenzione idrica, ma andrebbe assunto attraverso il consumo di alimenti come spinaci, arance, pomodori, patate dolci e non attraverso integratori.

Seguendo queste semplici regole unite all’esercizio fisico regolare e a qualche massaggio i risultati non tarderanno ad arrivare.  Insieme con una corretta alimentazione si può effettuare un massaggio delle zone critiche con una spazzola a secco per stimolare la circolazione e poi effettuare un secondo massaggio con oli essenziali di cipresso e ginepro, fortemente drenanti.

Bilancia da cucina digitale
Pesare gli alimenti è fondamentale! Regola le porzioni dei tuoi pasti con la bilancia digitale Amazon, precisa al grammo e dal prezzo imbattibile. Scopri l'offerta su Amazon.it!

Combattere l’inestetismo: abbinamenti, esercizio fisico e idratazione

Come abbiamo visto la dieta dissociata non aiuta a eliminare la cellulite per come è strutturata, tuttavia alcune persone si ostinano a volerla seguire per perdere peso sperando di eliminare la buccia d’arancia.

Vediamo allora come adattare un regime di questo tipo all’esigenza di eliminare o per lo meno ridurre la cellulite.

Ecco alcune regole da seguire

  1. Eliminare totalmente gli alimenti confezionati e trasformati in quanto contengono molto sale.
  2. Spezie ed erbe aromatiche devono sostituire il sale per insaporire i piatti.
  3. Se proprio non si riesce a fare a meno del sale limitarsi ad un cucchiaino al giorno.
  4. Un giorno alla settimana è preferibile bere solo liquidi per disintossicare e favorire il processo di depurazione dell’organismo.
  5. Utilizzare alga spirulina come integratore per aiutare il rimodellamento del corpo.
  6. I liquidi non  andrebbero bevuti subito prima e durante i pasti perchè si mescolano ai succhi gastrici rallentando la digestione.
  7. Non farsi mancare l’esercizio fisico leggero come jogging, ciclismo, camminata.

Dieta dissociata cellulite, a chi non è adatta?

Sicuramente alle persone molto attive che necessitano quindi di un introito calorico elevato, la dieta dissociata non è adatta come non lo è per i diabetici a causa della concentrazione degli zuccheri in un pasto e dell’impennata dell’insulina quindi.

Considerazioni finali

Bisogna tenere presente che a causa del fatto che in alcuni giorni vanno consumate solo frutta e verdura, l’assenza delle proteine potrebbe causare una perdita del tono muscolare oltre a causare debolezza e quindi sarebbe meglio in quei giorni astenersi da qualsiasi attività impegnativa.

A volte può accadere anche semplicemente mangiando una pizza che il giorno dopo l’ago della bilancia viri verso l’alto. In realtà tutto il sodio contenuto nella pizza ha causato un accumulo di liquidi in eccesso.

In questi casi occorre consumare alimenti ricchi di potassio per contrastare la ritenzione idrica di  un pasto ricco di sodio. Il sodio infatti, in piccole quantità è necessario per regolare la pressione sanguigna, ma in eccesso causa ritenzione idrica e aumento di peso.

Bisogna prestare molta attenzione anche ai surgelati, una pizza surgelata o un piatto di pasta precotto contengono altissimi quantitativi di sodio, un motivo in più quindi per preferire cibi freschi e cucinati al momento.

Per ridurre la ritenzione idrica oltre all’alimentazione composta da cibi dall’effetto diuretico come frutta e verdura, proteine magre e semi, può aiutare anche l’assunzione di calcio nella dose di 1200 mg al giorno e di magnesio nella dose di 200-400 mg al giorno. Da non farsi mancare la vitamina B6.

L’alcol può causare ritenzione idrica e cellulite per cui va eliminato.

Alcune volte l’accumulo di liquidi può nascondere una patologia sottostante come la celiachia o la sindrome del colon irritabile. In questi casi meglio rivolgersi al medico per un’indagine più approfondita prima di intraprendere una qualsiasi dieta.

Aicok Frullatore, Blender e Tritatutto
Voglia di frullati proteici e dimagranti? Preparati squisiti frullati, freschi e dietetici, con il frullatore Aicok, blender e tritatutto. Scopri l'offerta su Amazon.it!